Tessera Sanitaria

La Tessera Sanitaria è una tessera personale che sostituirà gradualmente il tesserino plastificato del codice fiscale per tutti i cittadini aventi diritto alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale e muniti di codice fiscale.

La Tessera contiene, oltre ai dati anagrafici e assistenziali, anche il codice fiscale sia su banda magnetica che in formato a barre (bar-code), è valida sull'intero territorio nazionale e permette di ottenere servizi sanitari anche nei paesi dell'Unione Europea e in Norvegia, Islanda, Liechtenstein, e Svizzera. Per ottenere l'assistenza sanitaria nei paesi comunitari l'assistito dovrà esibire la propria Tessera Sanitaria. Pertanto non dovrà più richiedere alla propria ASL il modello E111 cartaceo.

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, per il tramite dell'Agenzia delle Entrate, provvede ad inviare la Tessera Sanitaria a tutti gli aventi diritto, all'indirizzo di residenza risultante nella banca dati dell'Anagrafe Tributaria al momento della spedizione.

La tessera sanitaria non sostituisce il libretto sanitario: dal medico di famiglia si deve portare sia la TS sia il libretto sanitario. Dura cinque anni. La data di scadenza è in alto a destra sul fronte della tessera. Alla scadenza sarà rinnovata automaticamente e spedita a casa. Se non dovesse arrivare in tempo, il cittadino dovrà recarsi presso la Asl di appartenenza e farsi rilasciare un certificato sostitutivo temporaneo.

I cittadini che non hanno ricevuto la tessera o l'hanno ricevuta con dati errati, possono recarsi allo sportello dell'Asl di appartenenza o agli uffici dell'Agenzia delle Entrate, portando con sé i seguenti documenti:

  • Il tesserino di codice fiscale o certificato cartaceo sostitutivo
  • Un valido documento d'identità rilasciato dal comune, dal quale rilevare i dati anagrafici e di residenza
  • Il libretto sanitario dal quale rilevare la ASL di assistenza e il codice assistito

In caso di smarrimento o deterioramento, è possibile chiedere un duplicato presso gli uffici dell'agenzia delle Entrate presso la propria ASL o via internet all'indirizzo www.agenziaentrate.gov.it.

Oltre ad essere utilizzata all'estero, la tessera sanitaria sarà utilizzata nelle farmacie di molte regioni italiane.

Per ritirare un farmaco mutuabile è necessario portare in farmacia la ricetta e la tessera sanitaria dell'intestatario (anche se è persona diversa da chi effettua l'acquisto e anche se parente stretto). Una volta conclusa la fase sperimentale, il cittadino avrà comunque diritto alla prestazione anche se non esibisce la tessera.

E' importante, inoltre, presentarla prima dell'emissione dello scontrino fiscale, in modo che il farmacista possa utilizzarla per stampare il codice fiscale su di esso e renderlo valido ai fini della detrazione delle spese sanitarie.
Tutto questo per velocizzare i tempi di attesa e facilitare la spedizione delle ricette.


Altre informazioni sulla tessera sanitaria potete trovarle su:

www.sistemats.it

www.agenziaentrate.gov.it

oppure chiamando il numero verde 800030070